La Sardegna è nota soprattutto per un turismo balneare che attrae ogni anno milioni di persone da tutto il mondo e che, specialmente in alcune aree quali la Costa Smeralda ed il suo Porto Cervo, può rivelarsi particolarmente costoso.

Gli amanti della natura incontaminata e dei luoghi rurali scopriranno presto, tuttavia, che la Sardegna ha ben altro da offrire oltre agli alberghi di lusso affacciati sulle acque cristalline o alle spiagge sovraffollate per via della loro notorietà.

Certo, qualche giornata di mare in Sardegna è d’obbligo, ma luoghi di montagna di innenarrabile bellezza naturalistica come il Supramonte, o ancora piccoli paesi dell’entroterra ricchi di sorprese come Orgosolo o, per fare un ulteriore esempio, scampagnate alla scoperta delle Domus de Janas e dei Nuraghi possono rendere la vostra vacanza un’esperienza indimenticabile e al contempo economica.

Dormire in un rifugio in montagna per poi raggiungere il mare la mattina seguente dopo due ore di escursione in mezzo alla macchia mediterranea, fra asinelli e capre selvatiche, può rivelarsi un’esperienza ben più appagante di una stanza lussuosa in un albergo a cinque stelle ai piedi di una spiaggia meravigliosa, ma ormai non più selvaggia e naturale.

Ecco allora 6 idee per delle vacanze in Sardegna economiche e indimenticabili. Spendere poco non significa rinunciare alla qualità!

1. La Barbagia di Seulo

La Barbagia di Seulo è una zona della Sardegna centrale che prende il nome dal paese di Seulo.

Si tratta di un’area incredibile, caratterizzata da una natura incontaminata, paesaggi mozzafiato e attrazioni come, solo per fare alcuni esempi, la Grotta Su Marmuri (una delle grotte più imponenti d’Europa), Domus de Janas, nuraghi, il bellissimo parco naturale di Su Stampu e Su Turrunu o ancora le piscine naturali di Is Caddaias o la cascata Sa Stiddiosa.

La cucina del luogo è un’altra grande attrazione: caratterizzata da ingredienti semplici, genuini e locali fra cui formaggi freschi di capra, il maialetto arrosto, i culurgiones, le seadas o il pane frattau, la cucina barbaricina è un vero e proprio regalo per il palato.

Un’altra caratteristica della Barbagia di Seulo è poi la cultura tradizionale, fra feste religiose e sagre svolte durante tutto il corso dell’anno. Inoltre, si tratta di una delle cosiddette blue zone, ovvero un’area popolata da una sorprendente percentuale di centenari.

2. Il Supramonte

Impossibile visitare quest’area della Sardegna senza programmare una giornata di escursioni sul Supramonte.

Il Supramonte è un complesso montuoso antichissimo che si estende per oltre trentacinquemila ettari. Qui è possibile scoprire diversi siti prenuragici e nuragici, profondi canyon, picchi rocciosi, grotte ricche di bellissimi stalatiti e stalagmiti, nonché, sparsi qua e là, i tipici pinneti utilizzati in passato dai pastori.

Il Supramonte è un luogo magico e incontaminato, dove se si cammina piano ed in silenzio è possibile incontrare i mufloni selvatici. Una giornata sul Supramonte, fra l’aria pura ed i paesaggi incredibili di macchia mediterranea è sicuramente un’ottima scelta per una vacanza low cost in Sardegna.

Attenzione però a seguire con attenzione i percorsi indicati dalle apposite bandierine o, nel caso ci si voglia inoltrare più in profondità, chiedere la compagnia di una guida. Capita infatti ogni anno che sul Supramonte vengono ritrovati escursionisti dispersi.

Per gli amanti dell’arrampicata sportiva, sempre nell’area del Supramonte, potrebbe essere ideale dormire ad Ulassai, paesino dell’Ogliastra ai piedi del Canyon Sa Tappara.

3. L’Ogliastra e il Golfo di Orosei

Un’altra regione storica della Sardegna di inenarrabile bellezza naturalistica è sicuramente l’Ogliastra con il suo gioiellino: il Golfo di Orosei.

Il Golfo di Orosei è caratterizzato da spiagge e cale mozzafiato, come Cala Mariolu, Cala Luna o Cala Gonone. Si tratta di cale raggiungibili via mare o con percorsi di trekking più o meno lunghi o complessi. L’ideale sarebbe dunque arrivare il giorno prima, giovare di una giornata in montagna per poi svegliarsi all’alba ed intraprendere la lunga camminata prima che il sole diventi troppo aggressivo.

Oltre alle bellissime cale, l’Ogliastra è ricca di Domus de Janas e nuraghi che potrete incontrare nel corso delle vostre scampagnate nella zona.

4. Le spiagge nei pressi di Cagliari

Se dall’Ogliastra decidete di scendere in direzione del capoluogo per visitare le spiagge low cost nei pressi della città, un consiglio è sicuramente quello di non percorrere la nuova Strada Statale 125, ma di guidare lungo la strada vecchia. La strada vecchia è caratterizzata da numerose curve e spesso il tragitto dura di più, ma lo scenario che vi permetterà di osservare dal finestrino è senza prezzo.

Nel Golfo di Cagliari ci sono diverse spiagge molto belle e perfette per chi ricerca idee per vacanze in Sardegna economiche. Oltre alla Spiaggia di Quartu, meno affollata rispetto a quella del capoluogo, potete visitare Calamosca e Cala Fighera (quest’ultima raggiungibile a seguito di una scampagnata sul promontorio caratteristico della città: la Sella del Diavolo), Solanas, Mari Pintau, Kal’e Moru e tante altre ancora. Se poi desiderate fare un salto in spiaggia mentre visitate la città di Cagliari, potete naturalmente andare al Poetto, la spiaggia cittadina caratterizzata da un lungomare ricco di baretti per un pranzo o un aperitivo sulla spiaggia.

5. Paesini dell’entroterra: Laconi, Orgosolo, Ulassai

Il quinto suggerimento è quello di vivere un’esperienza autentica di piena Sardegna, soggiornando in un paesino dell’entroterra. Sicuramente qui riuscirete a trovare alloggio a prezzi economici e, piano piano, avrete la sensazione di conoscere sempre di più il vero sapore di questa regione, lontano dalle aree turistiche.

Alcuni esempi di bei paesini in cui soggiornare sono Laconi, Orgosolo e la già citata Ulassai.

Laconi è un piccolo paese di neanche duemila abitanti, in provincia di Oristano. Se soggiornate in questo piccolo e pittoresco paesino potete visitare il bellissimo Parco Aymerich. Il parco, una vera e propria riserva naturale, si estende per ben 22 ettari ed possibile trovarvi piante rare ed esotiche importate da don Ignazio Aymerich Ripoll a partire dal XIX secolo. All’interno del parco troverete addirittura un castello medievale del XIII secolo.

Orgosolo si trova invece in provincia di Nuoro ed è noto soprattutto per i suoi caratteristici dipinti sui muri: i murales. In questo paese vi sentirete in pieno contatto con le più antiche tradizioni sarde, come il canto a tenore, che l’UNESCO ha proclamato Patrimonio Orale e Immateriale dell’Umanità.

Di Ulassai abbiamo già parlato, ma concludiamo questo paragrafo menzionando un altro paesino in cui potete soggiornare per una vacanza in Sardegna diversa dal solito e prezzi medi, anche se questa volta non ci troviamo più nell’entroterra: Bosa. Questo piccolo comune è caratterizzato da bellissime casette colorate e pittoresche che donano subito un grande buonumore.

6. L’isola di Sant’Antioco e l’isola di San Pietro

Infine, un’altra meta perfetta per vacanze in Sardegna economiche è l’isola di Sant’Antioco, dalla quale potrete poi raggiungere, tramite un traghetto, la bellissima Carloforte nell’Isola di San Pietro. Vi sembrerà qui di fare un salto fuori dalla regione. Carloforte fu infatti fondata nel 1738 da una colonia genovese proveniente da Tabarka.

Condividi NIEDDITTAS

Pin It on Pinterest