vumoovumoohurawatchhurawatchsflixsflixflixhqflixhqanitakuanitakuwatch animewatch animewatchserieshdwatchserieshdaniwaveaniwavegogoanimegogoanimeseriesonlineseriesonlineSociety of the Snow (2024), flixtor, watch movies free, watch tv shows online, watch movies online,
La Sardegna è caratterizzata da un’infinita varietà di bellissime spiagge, dalle quali si può godere del suo mare dall’acqua cristallina e fondali prevalentemente bassi che contribuiscono alla temperatura moderata, perfetta per un bel bagno di puro relax.
La bellezza della costa sarda è caratterizzata dalla diversità delle spiagge, la cui composizione varia dalla sabbia finissima fino ad arene rocciose. Per molti avere così tanta scelta rende difficile decidere dove andare al mare in Sardegna, ecco perché abbiamo provato a creare una lista delle spiagge più importanti.

Impossibile citarle tutte, ma se dovessimo creare la nostra mappa personale di spiagge imperdibili, potremmo partire dalla punta Ovest del golfo di Cagliari e proseguire in senso orario. La nostra prima destinazione sarebbe sicuramente Chia.

Spiagge di Chia

Chia si trova nella punta Ovest del golfo di Cagliari, nella parte più meridionale dell’isola.

Le spiagge del litorale di Chia sono caratterizzate dal fondale basso, ideale per i bambini che si cimentano nelle loro prime nuotate. Inoltre, chi volesse praticare degli sport acquatici potrà facilmente noleggiare l’attrezzatura presso i numerosi fornitori della zona.

Fra le spiagge più belle di Chia dobbiamo sicuramente citare Su Giudeu, dalla sabbia bianca e l’acqua limpida e pulitissima. Vi troverete circondati da dune di sabbia, ginepri e lentisco. In più potrete osservare i fenicotteri nello stagno a poca distanza!

Spiaggia di Tuerredda

A pochi km di distanza da Chia, nel comune di Teulada, si trova una delle spiagge più note della Sardegna.

La sabbia finissima e bianca incontra l’acqua immacolata; con un breve tratto a nuoto è possibile raggiungere una piccola isola e vedere la torre che ha dato il nome alla spiaggia. Inoltre, vicino alla spiaggia si possono osservare i resti di un nuraghe e bellissimi paesaggi naturali.

Porto Pino

Dune di sabbia che ricordano il deserto e piccole cale dalla sabbia rosata: Porto Pino è un vero e proprio paradiso terrestre nel Sud Sardegna, circondata da pini, querce e ginepri.

La spiaggia si estende per oltre 4 Km ed è divisa in tre zone. Sicuramente la zona più caratteristica è la terza: Is Arenas Biancas: dune di sabbia mozzafiato intervallate da ginepri e gigli di mare.

Spiagge dell’isola di Sant’Antioco

Sant’Antioco è un’isola della Sardegna sud-occidentale, le cui spiagge sono variegate sia per conformazione sia per organizzazione (troverete sia spiagge libere sia stabilimenti balneari), ma una cosa è sicura: l’acqua sarà sempre limpida e cristallina.

Fra le innumerevoli spiagge dell’isola consigliamo sicuramente Cala Grotta, dove il mare entra dentro la costa rocciosa in una vera e propria grotta e Cala della Signora, dove la costa rocciosa e il mare immacolato formano un paesaggio incredibile.

Cala Domestica

A circa 5 Km da Buggerru ecco Cala Domestica, circondata da due falesie che danno un senso di intimità alla spiaggia.

La sabbia fine è circondata da scogli, cespugli e arbusti: atmosfera perfetta per rilassarsi grazie a un misto di odori marittimi e vegetali. Se poi vorrete sgranchirvi un po’ le gambe potreste visitare la Torre Aragonese risalente al XVII secolo, perfetto punto panoramico.

Spiaggia di Portixeddu

La spiaggia di Portixeddu ha una sabbia chiara e fine attraversata dal Rio Mannu e circondata da una pineta. Il fondale è sabbioso e le diverse profondità donano all’acqua cristallina coloriti diversi e meravigliosi.

Questa spiaggia è ideale per praticare il surf, grazie alla costante presenza di onde generate dal Maestrale.

Spiaggie di Scivu e Piscinas

Nel comune di Arbus, Scivu e Piscinas sono due spiagge assolutamente imperdibili.

La spiaggia di Scivu, 4 Km di incontaminata bellezza, è composta da sabbia fine quasi dorata, circondata da scogliere di arenaria.

La spiaggia di Piscinas, invece, ricorda quasi il Sahara per il suo colore giallastro. Qui troviamo antichissimi ginepri, ginestra e lentisco e, se siete fortunati, potreste incontrare il cervo sardo.

Golfo di Oristano

Il golfo di Oristano si trova nella Sardegna centro-occidentale ed è ricco di bellissime spiagge, oltre ad essere la sede dei nostri allevamenti Nieddittas.

Fra le spiagge assolutamente imperdibili del Golfo vi sono sicuramente Is Arutas e Mari Ermi.

La sabbia di Is Arutas è un vero spettacolo di colori dal bianco al rosa che incontra l’acqua limpida e pulita del mare. A poca distanza si trova Mari Ermi, dai fondali bassi e la sabbia dorata, un paesaggio suggestivo e mozzafiato.

Spiaggia La Pelosa

La spiaggia La Pelosa, nel comune di Stintino, è stata classificata al secondo posto delle spiagge più belle italiane.

Dalla spiaggia si possono osservare l’Isola della Pelosa, su cui sorge una torre catalano-aragonese, l’Isola Piana e, poco più lontano, l’Isola dell’Asinara.

Quando ci si chiede dove andare al mare in Sardegna, La Pelosa è una certezza. Inoltre, la spiaggia si trova a circa 30 Km di distanza da Porto Torres, punto di arrivo via mare sia dallo Stivale che dalla Corsica e ottima idea per chi volesse cercare alloggio in questa zona della Sardegna.

Spiagge di Valledoria

Le spiagge di Valledoria si estendono per oltre 7 Km e la loro bellezza naturalistica è di enorme importanza.

Le spiagge sono di enorme varietà e accontentano tutti i gusti: dalla spiaggia di sabbia più fine alle dune, per arrivare alle rocce di origine vulcanica.

Fra le spiagge di Valledoria citiamo quella di San Pietro, dove la sabbia bianca incontra la foce del fiume Coghinas.

Costa Paradiso

In Gallura, le spiagge di Costa Paradiso sono sicuramente fra le più belle. Potrete trovare spiagge nascoste e poco frequentate, quasi “selvagge”, e spiagge più attrezzate e facilmente raggiungibili.

Difficile classificare la bellezza di queste spiagge. Sicuramente meritano di essere menzionate la spiaggia di Li Cossi, Cala di Li Tinnari, Cala Sarraina e la spiaggia di La Marinedda.

Capo Testa

Siamo arrivati al comune di Santa Teresa di Gallura, nel punto più a Nord della Sardegna. Santa Teresa di Gallura offre ottimi punti panoramici e ristoranti per una cena dopo la giornata di mare. A circa 3 Km di distanza dal paese troviamo la penisola Capo Testa, collegata al resto dell’Isola da un istmo le cui spiagge sono imperdibili.

Il luogo più caratteristico di quest’area è probabilmente Cala Grande, detta anche Valle della Luna, dalle rocce chiare che ricordano quelle della superficie lunare.

Questa zona, oltre ad essere di una bellezza naturale sorprendente, è interessante soprattutto dal punto di vista sociologico dato che, fin dagli anni Sessanta, ospita una comunità hippy sarda, i cui membri hanno trovato il modo di adibire le grotte ad abitazione per tutto il corso dell’anno.

Costa Smeralda

La Costa Smeralda è associata, nell’immaginario comune, ad un turismo di alta classe ed elitario, soprattutto per via dei suoi resort lussuosissimi, frequentati annualmente da vip e celebrità. Fra le sue spiagge più note ricordiamo Cala Volpe, Cala Petra Ruja, Liscia Ruja e Liscia di Vacca.

In questa zona troverete principalmente spiagge dal colore ambrato, quasi rossastro e ovviamente un mare dall’acqua paradisiaca, come è tipico nell’isola sarda.

Per la sera, consigliamo di raggiungere Porto Cervo, dove potrete passare piacevoli serate rilassanti nella famosa piazzetta e rigenerarvi dopo una lunga giornata di mare.

Spiagge di San Teodoro

Non lontano da Porto Cervo, San Teodoro è sicuramente da annoverare fra le località più belle della Sardegna. Il mare di questa zona è paragonabile alle isole caraibiche, sotto un cielo che solo chi è stato in Gallura può riconoscerne la suggestività.

Oltre a visitare le sue spiagge, di cui citiamo Cala Brandinchi, Capo Coda Cavallo, spiaggia La Cinta e la spiaggia dell’Isuledda, consigliamo di addentrarvi anche dentro il paese, a cui vi affezionerete nel giro di poche ore.

Golfo di Orosei

Continuando a scendere lungo la costa orientale dell’Isola entriamo finalmente nel golfo di Orosei, in Ogliastra. Il golfo è caratterizzato da innumerevoli cale e calette di eccelsa bellezza, alcune raggiungibili solo con percorsi di trekking, come Cala Goloritzé o Cala Gonone, o via mare con un gommone o una barchetta.

La bellezza del golfo è tale che consigliamo di vederla in primavera, o sarà difficile godere di un orizzonte libero dalle barche dei numerosi turisti.

Assolutamente imperdibili, oltre alle già citate Cala Goloritzé e Cala Gonone, sono Cala Ginepro, Cala Liberotto, Cala Luna, Cala Bidderosa e Cala Mariolu. Se avete a disposizione poco tempo cercate un’unica meta riguardo a dove andare al mare in Sardegna, il golfo di Orosei non può deludervi: ne resterete completamente ammaliati.

Costa Rei

Siamo arrivati alla regione del Sarrabus, più precisamente nel comune di Muravera. Costa Rei è una località turistica e molto frequentata, quindi non adatta a chi desidera godersi il mare in solitaria.

A livello naturalistico, tuttavia, è consigliatissima per la sua lunga distesa di sabbia bianca e mare dall’acqua cristallina. Un altro esempio, come tanti in Sardegna, di natura incontaminata.

Golfo di Cagliari

Il golfo di Cagliari è chiamato anche “golfo degli Angeli” ed è diviso a metà da un promontorio chiamato Sella del Diavolo, posto all’inizio della famosa spiaggia cittadina del Poetto.

Arrivando da Costa Rei incontriamo innanzitutto alcune delle spiagge più famose e turistiche della Sardegna: quelle di Villasimius, fra cui citiamo Simius e Campus. Altre spiagge importanti sono quelle di Torre delle Stelle e Geremeas.

CONDIVIDI NIEDDITTAS

Pin It on Pinterest