Mare e sostenibilità

Amiamo e rispettiamo il mare in cui siamo nati e che ci dà lavoro. I nostri allevamenti si trovano nelle acque del Golfo di Oristano, in un mare di straordinaria bellezza che tuteliamo e rispettiamo in ogni modo. I nostri stabilimenti sorgono nel compendio di pesca di Corru Mannu, ad Arborea, una zona umida protetta demaniale la cui tutela e salvaguardia è affidata alla nostra azienda e che è considerata una best practice proprio per l’eccellente gestione naturalistica del compendio.

Anche per questi motivi, per noi di Nieddittas il tema della sostenibilità ambientale non è una semplice moda ma un sentimento profondo, che ci lega alla natura a cui siamo uniti in modo così stretto. Il rispetto per il mare e per l’ambiente ci è stato insegnato dai nostri padri, quei pescatori che, oltre 50 anni fa, si unirono per la prima volta facendo nascere la nostra cooperativa. Ed è ancora oggi uno dei valori fondamentali della nostra comunità. Consideriamo un dovere trasmettere ai nostri figli gli stessi valori e un mare e un ambiente se possibile ancora più puliti di quelli che abbiamo ricevuto in eredità.

Le cozze, depuratori naturali.

In natura le cozze – e con esse i molluschi filtratori – svolgono una importantissima funzione di arricchimento dell’ecosistema marino. I mitili sono infatti dei veri e propri depuratori naturali, che purificano l’acqua trattenendo l’anidride carbonica per formare i gusci. Le loro valve sono infatti fatte di carbonato di calcio, che le cozze producono trasformando l’anidride carbonica presente nell’acqua grazie ad un processo cosiddetto di carbonatazione.
Il Protocollo di Kyoto ha dato un valore economico alla produzione di carbonio dei molluschi quantificandolo con Carbon Credit, valutando possibile che, grazie all’azione dei mitili, 1 tonnellata di anidride carbonica possa trasformarsi in 3 tonnellate di gusci. Eliminando l’anidride carbonica dall’acqua le cozze rendono persino più vivibile per le altre specie l’ambiente marino in cui si trovano, diminuendone di fatto l’inquinamento.

Un sistema di alimentazione del tutto naturale.

Le cozze, com’è noto, vivono e crescono filtrando l’acqua del mare e trattenendo i microorganismi che vi trovano. Non possono essere alimentate in nessun altro modo.

Questo significa che, a differenza di altre tipologie di allevamenti a mare, nei vivai di cozze non c’è alcun tipo dispersione a mare di mangimi, medicinali o altre sostanze poco compatibili con l’ambiente marino.

La gestione dell’allevamento: 7.000 controlli all’anno e continua pulizia dei fondali.

Gestire un allevamento a mare è un’attività complessa, che richiede molta attenzione per minimizzare o annullare ogni possibile impatto sull’ecosistema.

Il sistema di analisi e controllo è uno dei nostri fiori all’occhiello. Effettuiamo oltre 7.000 controlli all’anno e questo ci dà la possibilità di interventi più tempestivi in presenza di valori anomali.

Non dobbiamo infatti dimenticare che il mare è un ambiente vivo, abitato da miliardi di microorganismi che vengono trasportati dalle acque e che appaiono o scompaiono a seconda delle stagioni, del clima, delle piogge o in seguito ad eventi naturali particolari o per intervento dell’uomo. Il monitoraggio continuo ci permette di verificare che i microorganismi presenti nelle nostre acque rientrino sempre nei parametri di salute del mare stesso e che le nostre cozze, filtrando quel mare, si nutrano quindi in modo ideale. Oltre che per la sicurezza alimentare, il monitoraggio continuo rappresenta un valore aggiunto anche in un quadro più generale di analisi e controllo dello stato di salute del nostro mare.

Nella gestione dell’allevamento facciamo particolare attenzione anche al recupero degli elementi fissi che, a causa delle mareggiate, possono staccarsi dall’allevamento e depositarsi sul fondo marino. Le nostre procedure di qualità prevedono anche il controllo periodico e la conseguente pulizia dei fondali marini sotto i nostri vivai e più in generale nelle acque del Golfo vicine ai nostri allevamenti. Con queste operazioni di pulizia Nieddittas minimizza l’impatto dei vivai nell’ambiente del Golfo.

Lo stabilimento di Corru Mannu: Un esempio di tutela delle zone umide della sardegna.

Il nostro stabilimento di produzione principale si trova ad Arborea, in località Corru Mannu, proprio davanti alle acque del Golfo di Oristano. Lo stabilimento si trova in una zona umida protetta e l’intero compendio di pesca è stato affidato alla nostra azienda che è responsabile della sua tutela e salvaguardia. Per la qualità e l’efficacia della nostra azione di tutela, Nieddittas è stata scelta dalla FONDAZIONE MED SEA come esempio di tutela delle zone umide affidateci con la Concessione Regionale di pesca che riguarda la nostra attività.

La Fondazione Med Sea indica Nieddittas come esempio di best practices e avvia nuovi progetti di cooperazione.

L’estate 2018 ha visto premiato l’impegno di Nieddittas a tutela dell’ambiente con un riconoscimento davvero importante da parte della Fondazione MED SEA, una delle realtà più prestigiose a livello internazionale nella salvaguardia dell’ambiente. Nieddittas è stata individuata dalla Fondazione Med Sea come modello di best practices, all’interno del progetto di cooperazione “Maristanis”, finanziato dall’importante fondazione svizzera Mava per la natura. Il progetto mira a implementare progetti innovativi e ricerche per la tutela delle aree umide dell’Oristanese, finalizzati a diventare esempi di gestione sostenibile per tutte le aree umide mediterranee.

La recinzione del compendio secondo principi naturalisti e di accesso controllato.

La recinzione del compendio è stata realizzata nel rispetto delle regole naturalistiche, con uno sviluppo in altezza più basso delle dune del territorio e con un corridoio ecologico alla base per permettere il passaggio della piccola fauna (lepri, roditori, piccoli animali in generale). La recinzione e la presenza della nostra attività produttiva in un territorio così importante dal punto di vista naturalistico non impediscono che tutti i cittadini possano godere di un bene ambientale così prezioso nell’ambito di protocolli e regole condivise. E’ stata avviata una collaborazione con la LIPU, ad esempio, per sostenere e armonizzare le attività di birdwatching e controllo del territorio.

Grazie a queste attività di controllo e salvaguardia Corru Mannu è oggi un territorio di pregio naturalistico sicuro e controllato, un bene unico e prezioso, non a caso inserito negli elenchi della Convenzione di Ramsar ed individuato da tempo all’interno del Sito di Importanza Comunitaria e della Zona di Protezione Speciale.

CONDIVIDI NIEDDITTAS

Privacy Preference Center

    Necessary

    Advertising

    Analytics

    Other

    Pin It on Pinterest