upmoviesupmovies123moviesfree123moviesfreewatchmovieswatchmoviesaniwaveaniwaveanixanixsoap2daysoap2daywatchseriesfreewatchseriesfreehuramovieshuramoviesseriesonlineseriesonlinesflixsflixThe Traitors UK (2023), watch tv shows online, seriesonline, watch movies free online, watch movies online,

Se le scorse stagioni estive (2020 e 2021) ci avevano abituato a numerose regole da rispettare negli stabilimenti balneari, soprattutto per quanto riguarda il distanziamento, quest’anno non ci sarà alcun bisogno di chiedersi a che distanza devono stare gli ombrelloni da mare: si torna alla normalità.

Il 4 aprile 2022 è stata infatti pubblicata in Gazzetta ufficiale un’ordinanza del Ministero della Salute che modifica alcune regole da rispettare negli stabilimenti rispetto alle estati precedenti.

Di seguito illustreremo le modifiche principali rispetto alle regole precedenti.

Regole in spiaggia del biennio 2020-2021: rinfreschiamo la memoria

Ai fini di contenere la diffusione di contagi da Covid-19, nel biennio 2020-2021 erano state predisposte alcune regole da rispettare nelle spiagge, fra cui il distanziamento di lettini e ombrelloni, il distanziamento durante qualsivoglia attività sportiva, un accesso agli stabilimenti limitato e ben ordinato, la presa dei nominativi dei bagnanti (da conservare per 14 giorni in modo da poter rintracciare eventuali contagi), obblighi di mascherine, green pass e via dicendo.

Ogni ombrellone doveva stare ad una distanza minima di 4,6 metri rispetto agli ombrelloni della stessa fila e 3 metri rispetto a quelli delle file adiacenti, in modo che ad ogni ombrellone corrispondesse una superficie pari a 10,5 mq. Per quanto riguarda invece le attrezzature quali sdraio, lettino o seggiola, la misura minima era di almeno 1 metro.

Oggi, come vedremo, le regole sono molto più permissive e lasciano perlopiù al buonsenso dei singoli bagnanti la decisione rispetto al comportamento da adottare in spiaggia e quindi non c’è una normativa riguardo a che distanza devono stare gli ombrelloni da mare. Vediamo ora più nel dettaglio quali modifiche sono state attuate per la stagione estiva 2022.

Stagione estiva 2022: nessuna norma sulla distanza degli ombrelloni da mare

Nonostante alcune regioni come l’Emilia Romagna e il Molise abbiano mantenuto alcuni limiti rispetto al distanziamento tra ombrelloni (per essere esatti devono esserci 7,5mq per ombrellone), nella maggioranza delle regioni italiane è stato abrogato qualsiasi obbligo al riguardo. Se passerete l’estate in Sardegna non dovrete preoccuparvi di misurare alcuna distanza, se non quella dettata dal buonsenso e dalla privacy.

Lo stesso vale per le attrezzature da spiaggia quali lettini, sdraio o sedie da mare: la distanza di almeno 1 metro non è più un obbligo.

Sport in spiaggia e movida

Oltre alle limitazioni relative a che distanza devono stare gli ombrelloni da mare, le attrezzature o la distanza di sicurezza da manternere tra le persone, è stata abolita anche ogni limitazione riguardo alle attività ludico-sportive.

Questa estate sarà possibile tornare a praticare balli di gruppo, sport da spiaggia (come ad esempio il beach volley), attività di animazione organizzate o serate in discoteca sul mare.

Insomma, sembra di essere tornati ai tempi pre-pandemia; resta, tuttavia, la regola di igienizzare ogni area comune. Cabine, docce, spogliatoi, servizi igienici dovranno essere accuratamente disinfettati ogni giorno. Lo stesso vale per le attrezzature degli stabilimenti balneari, le quali dovranno essere sanificate ad ogni cambio di persona.

Piccole misure straordinarie per gli stabilimenti balneari

Le spiagge stanno tornando alla normalità: ciononostante, alcune piccole misure straordinarie rimarranno obbligatorie per i gestori di stabilimenti balneari.

Secondo quanto dichiarato dal Ministero della Salute, dovranno essere favoriti i pagamenti in modalità elettronica, possibilmente in fase di prenotazione. Questo consentirà di evitare file e assembramenti, velocizzando le procedure. Ancora, il Ministero consiglia di organizzare dei percorsi separati di ingresso e uscita dallo stabilimento, così da rendere il processo più ordinato e, ancora una volta, evitare possibili calche e assembramenti.

Citiamo infine il già menzionato obbligo di sanificare giornalmente le aree comuni: questo permetterà, se possibile, si ridurre i rischi di contagio.

Buona educazione in spiaggia: alcune regole non scritte

Nonostante il via libera e la quasi totale assenza di normative riguardo i comportamenti da seguire in spiaggia, è tuttavia bene essere a conoscenza delle regole non scritte di buona educazione da mettere in atto durante le vacanze di mare.

  • Non sventolate l’asciugamano: la sabbia su di esso andrebbe addosso agli altri bagnanti, i quali non gradirebbero. Se dovete pulire l’asciugamano dalla sabbia, assicuratevi di esservi allontanati a sufficienza da ombrelloni e attrezzature altrui;
  • Non sistemate il vostro ombrellone eccessivamente vicino a quello altrui: questa regola, a prescindere dall’andamento della pandemia, resta sempre valida per questioni di privacy. Le persone, quando vanno al mare, vogliono rilassarsi e per questo è indispensabile uno spazio vitale minimo rispetto agli sconosciuti;
  • Non ostruite il passaggio lungo la riva con sport come racchettoni o schiaccia 7: la riva è tipicamente la zona di passaggio per le camminate in spiaggia e tali sport risulterebbero di intralcio. Meglio spostarsi in fondo, più lontano dalla riva;
  • Quando camminate per la spiaggia attenzione a non sollevare la sabbia con i piedi: in questo modo la sabbia volerebbe sugli asciugamani altrui e questo sarebbe spiacevole per chiunque;
  • Se volete ascoltare musica, optate per degli auricolari. In questo modo si avrà considerazione anche per coloro che vogliono ascoltare il suono del mare, concentrarsi sulla lettura o che semplicemente non apprezzano il vostro genere musicale.

Promemoria per una giornata di mare: cosa mettere in borsa?

Infine, dato che abbiamo parlato tanto di regole da rispettare in spiaggia, concludiamo l’articolo con una piccola check-list di oggetti da non dimenticare per una giornata di relax al mare:

  • Borsa da spiaggia: abbastanza grande da contenere tutto il necessario;
  • Telo mare e asciugamano (possibilmente in microfibra, così da occupare meno spazio);
  • Flip-flops (ciabatte da spiaggia): camminare sulla sabbia con le normali scarpe da città è abbastanza scomodo, per non parlare di quando arriva il momento di rimetterle su, ma i piedi sono tutti pieni di sabbia! Meglio optare per le classiche ciabattine da mare;
  • Crema solare: la crema è importantissima anche per chi è già abbastanza abbronzato e non più soggetto a scottature. I raggi UV, infatti, restano comunque dannosi per la pelle, che senza la dovuta protezione, invecchierebbe molto prima;
  • Ombrellone: se non volete farvi venire una brutta insolazione l’ombrellone in spiaggia è d’obbligo;
  • Libri o riviste: per potervi rilassare in spiaggia;
  • Snack e bevande: il mare è ben noto per il suo potere sull’appetito! Consigliamo, se possibile, di portare anche una borsa frigo, così che bevande e alimenti non si rovinino con l’eccessivo caldo estivo;
  • Occhiali da sole: ricordatevi però di toglierli quando volete prendere il sole, o rimarrà il segno degli occhiali nella abbronzatura!
  • Gel igienizzante;
  • Pinne e maschera/occhialini: per poter ammirare i fondali marini e la fauna e flora che li abitano;
  • Bandana o cappello: per prevenire le insolazioni;

CONDIVIDI NIEDDITTAS

Pin It on Pinterest