myflixerwatch free moviessflix tvfree animezoroxfree movie websitesflix tvfree animeflixhivefree online movies siteslookmovietv shows onlineanitakuwatch moviesflixhivewatch animemyflixerfree anime onlinecinezonefree movies online sitetheflixertvwatch series online freecinezonefree watch animesflixzoroxfree movies onlinecinezonewatch anime onlinezorotomovies to watchsflixfree watch animelookmoviemovies online freeflixflarefree anime onlinecinezonewatch animemyflixerfree movie onlinelookmovieflixflarefree movies onlinetv shows online

Se non l’avete vista nel film di Michelangelo Antonioni del 1964 “Deserto Rosso”, l’avrete sicuramente sentita nominare nella lista delle spiagge più belle al mondo. Stiamo parlando della Spiaggia Rosa, un luogo incantato che si trova a Cala di Roto, a sud-est dell’isola di Budelli, un vero e proprio paradiso terrestre.

Scopriamo tutto quello che c’è da sapere sulla Spiaggia Rosa Sardegna: dove si trova, perché si chiama così e come raggiungerla.

Spiaggia Rosa Sardegna: dove si trova?

La famosa Spiaggia Rosa si trova vicino alle Bocche di Bonifacio, nell’estremo nord della Sardegna, sull’isola di Budelli, nel Parco nazionale dell’Arcipelago della Maddalena, di cui è diventata un simbolo. L’isola di Budelli fa parte del parco da maggio 2016, da quando è stata sottratta dalla proprietà di un magnate neozelandese, ma già da prima era di proprietà privata.

È una meraviglia della natura, un luogo suggestivo e unico che si contraddistingue appunto per la sua sabbia rosa. L’affascinante colorazione della spiaggia si deve ad un microrganismo di colore rosa, Miniacina Miniacea, che vive dentro le conchiglie e abita nella posidonia, una pianta acquatica del mar Mediterraneo. Quando questi microrganismi muoiono, i gusci vengono trascinati in riva dalla marea e dal vento, sminuzzandosi e aggiungendosi ai frammenti di corallo e granito, donando alla sabbia per contatto questa caratteristica tonalità.

Oltre che per la particolare colorazione della sabbia, la Spiaggia Rosa in Sardegna è rinomata per le sue acque cristalline e per la ricca diversità di flora e fauna; potreste, infatti, avvistare delfini e varie specie di balene. Ma come ammirare questa meraviglia della natura?

Come raggiungere la spiaggia Rosa dell’isola di Budelli

Solo pochi fortunati possono ammirare da lontano questa bellezza naturale e le sue acque limpide. La spiaggia rosa è off limits: dal 1988 non è più possibile sbarcare sulla spiaggia per visitarla né ancorare e né fare il bagno, ai fini di preservarla e consentirle di riacquisire il suo particolare colore rosa originario.

Negli ultimi tempi le maree irregolari e il costante ancoraggio di barche avevano rallentato la crescita di posidonia. Inoltre, i visitatori erano soliti prelevare la preziosa sabbia come souvenir del viaggio. Questo ha spinto lo Stato italiano ad intervenire per tutelare questa oasi dalla natura selvaggia vietando la sosta, l’accesso, il transito e la balneazione (tutela integrale).

Dunque, la Spiaggia Rosa è raggiungibile solo via mare partendo dalle località vicine della Costa Smeralda. Ci si può avvicinare con la propria barca, ad un massimo di 70 metri dalla riva, dietro permesso delle autorità locali, oppure la si può raggiungere prendendo parte ad uno dei tour in barca giornalieri per l’arcipelago di La Maddalena che prevedono una sosta nelle vicinanze della famosa Spiaggia Rosa. I traghetti per l’Isola di Budelli partono dalla Costa Smeralda, Palau o da La Maddalena. È possibile raggiugerla anche da Olbia o Golfo Aranci.

Cosa vedere nei dintorni?

Tutto l’Arcipelago della Maddalena offre luoghi mozzafiato. È una buona idea partecipare alle escursioni organizzate dalle guide del Parco Nazionale nelle vicine spiagge del Cavaliere (percorrendo il sentiero denominato Strada Azzurra) e di Cala di Roto. Da vedere tra le tante: Cala Coticcio a Caprera, Cala Corsara a Spargi, i forti di Santo Stefano, la “secca” di Washington, tra Budelli e Spargi, fatta di blocchi granitici colorati dal rosso delle gorgonie.

Per svolgere alcune attività all’interno del Parco dell’arcipelago è necessario munirsi di autorizzazioni, indispensabili per non incorrere in sanzioni.

CONDIVIDI NIEDDITTAS

Pin It on Pinterest