the flixerwatch series onlinezoroxwatch movies free onlinethe flixerwatch free movies onlinesflix tvfree animezorotowatch free movies online freeanitakuzorotowatch anime onlinetheflixermyflixerwatch movies free onlinezorotofree animezoroxfree online moviessflix tvwatch tv showsmyflixerfree movies websiteanixwatch series online freeanitakucinezonefree anime streaminglookmoviewatch animezoroxwatch free animeanitakufree movies online sitecinezonefree watch movies onlineflixflarewatch movies online freecinezonewatch animezorotowatch movies free onlineflixerfree anime onlinetheflixertvtv shows online

I cannolicchi, detti anche cappelunghe o cannelli, sono molluschi dalla forma allungata e cilindrica, apprezzatissimi dai veri buongustai.

Dal sapore tenero e delicato, questo frutto di mare è ottimo in numerosissime ricette: zuppe di mare, sughi o prelibati antipasti come i cannolicchi gratinati, i cannolicchi alla piastra o, per i veri intenditori, i cannolicchi crudi.

Per garantire freschezza e sicurezza alimentare ai consumatori, i cannolicchi freschi di Nieddittas vengono selezionati, verificati e attentamente controllati secondo rigorose norme aziendali.

In questo articolo scopriremo come pulire i cannolicchi passo per passo. Prima però scopriamo qualcosa di più sulle caratteristiche di questo mollusco.

Cannolicchi: caratteristiche, habitat, pesca e proprietà nutrizionali

Appartenenti alla famiglia dei Solenidi, i cannolicchi sono molluschi bivalvi che vivono infossati nei fondali sabbiosi, solitamente misti a fango. La dimensione dei cannolicchi varia di solito dai 12 ai 17 centimetri. Hanno una tipica forma cilindrica e allungata (dalla quale deriva il nome del mollusco) ed un colorito giallognolo dalle striature violacee. La forma del cannolicchio è poi caratterizzata da due estremità tronche, con un piede che sporge dal lato anteriore e due sifoni uniti tra loro dal lato posteriore.

Il cannolicchio vive immerso nella sabbia dell’Adriatico, infossandosi verticalmente nel fondale. Questo stratagemma lo rende quasi invisibile, se non fosse per il caratteristico disegno ad otto formato dai due sifoni che filtrano l’acqua per ricavarne sostanze nutritive. È proprio la traccia dei sifoni che viene individuata al momento della pesca amatoriale, la quale avviene principalmente a mano. I subacquei esperti utilizzano un’asta con una sorta di freccia per estrarre i molluschi. Invece, la pesca professionale si avvale di turbosoffianti (chiamati cannellare) per agevolare la raccolta con draghe apposite.

Per quanto riguarda infine il lato nutrizionale, i cannolicchi hanno un basso apporto calorico, con predominanza di proteine e piccole quantità di grassi, tra cui acidi grassi insaturi. Sono ricchi di peptidi ad alto valore biologico e contengono sodio e iodio provenienti dall’acqua salata del mare. Potrebbero anche fornire buone concentrazioni di vitamine del gruppo B ed eventualmente vitamina D. Privi di fibre e glutine, i cannolicchi sono alimenti consigliati nella dieta per il sovrappeso, essendo ipocalorici. Tuttavia, devono essere consumati con moderazione da chi soffre di ipertensione sodio-sensibile. Una porzione media di cannolicchi è di circa 150 g, la quale apporta circa 120-130 kcal.

Come pulire i cannolicchi?

Ora possiamo finalmente vedere come pulire i cannolicchi. Per pulire i cannolicchi in modo corretto e garantire un consumo sicuro e gradevole, vi sarà sufficiente seguire i seguenti passaggi, semplici ma fondamentali.

  1. Iniziate aprendo il mollusco con cura. Potreste utilizzare un coltello o un oggetto appuntito per far leva tra le valve. Assicuratevi di farlo con delicatezza per evitare di danneggiare il contenuto interno.
  2. Una volta aperto, notate il piede del cannolicchio. Con attenzione, spostate il piede verso l’esterno dalla conchiglia. Questa parte del mollusco è quella che si estende dalla parte anteriore della conchiglia. In questo modo, scoprirete la sacca intestinale.
  3. Ora, è essenziale rimuovere la sacca intestinale, ovvero quella sacca nera che si trova circa a metà del corpo del cannolicchio. La sacca intestinale deve essere staccata con delicatezza per evitare di staccare dalle valve il resto del mollusco.
  4. Una volta estratta la sacca intestinale, non vi resta che sciacquare accuratamente il cannolicchio sotto acqua corrente, la quale deve essere fredda e dal getto non troppo forte. Questo passaggio vi aiuterà a eliminare eventuali residui di sabbia o altre impurità presenti.

Ricordate sempre di manipolare i cannolicchi con cura e di seguire le norme igieniche durante il processo di pulizia. Ora potete finalmente gustarvi questi prelibati molluschi in ricette deliziose!

CONDIVIDI NIEDDITTAS

Pin It on Pinterest