Il sugo ai frutti di mare è ottimo per condire spaghetti o altri tipi di pasta e risotti. In questo articolo vediamo tutti i passaggi per fare un sugo ai frutti delizioso e fragrante, da usare come condimento per gli spaghetti allo scoglio.

Cosa occorre per fare il sugo ai frutti di mare

Per questa ricetta abbiamo usato le cozze e le vongole Nieddittas, i gamberetti, i pomodorini e il passato di pomodoro. Potete aggiungere se preferite del pesce fresco a polpa bianca, i cannolicchi e le capesante. L’importante è scegliere una materia prima di qualità. Noi lavoriamo con grande attenzione su questo e sulla sicurezza alimentare dei nostri prodotti. Potete anche ricevere il nostro pesce fresco direttamente a casa vostra! Attenzione anche ai tempi di cottura: i frutti di mare non devono cuocere troppo, devono rimare sodi e croccanti.

Elenchiamo ora tutti gli ingredienti per fare il sugo:

  • 300 g di vongole Nieddittas
  • 300 g di cozze Nieddittas
  • 300 g di gamberetti sgusciati
  • pomodorini
  • 500 g di passato di pomodoro
  • 1/2 bicchiere di vino bianco
  • 2 spicchi d’aglio
  • olio extra vergine d’oliva
  • prezzemolo fresco
  • sale e pepe q.b.
  • peperoncino (facoltativo)

Procedimento

Per ottenere un sugo vellutato e denso seguite questi semplici passaggi.

Strofinate sotto il getto d’acqua le vongole, eliminate gli eventuali gusci rotti e sgusciate a crudo i gamberi. Eliminate il bisso dalle cozze. Mettete in una casseruola i molluschi con del vino bianco e scaldate per farli aprire. Tenete da parte il liquido di cottura e filtrare.

Versate in una padella dell’olio extravergine d’oliva e gli spicchi d’aglio (poi levateli una volta dorati). Aggiungete i gamberi e fateli rosolare a fiamma dolce per 5 minuti circa, unendo parte dell’acqua di cottura delle cozze e vongole. Sfumate con il vino bianco e lasciate evaporare.

Tagliati i pomodorini a spicchi, dopo averli lavati, e uniteli nella padella. Unite le cozze e le vongole, precedentemente sgusciate, aggiungete la passata di pomodoro, regolate di sale e peperoncino a piacere (per arricchire di gusto e profumo). Terminate la cottura in 10 minuti circa.

Mettete il prezzemolo tritato e un pizzico di pepe macinato fresco e il sugo ai frutti di mare è pronto per fare da condimento alla vostra pasta!

Come fare gli spaghetti allo scoglio

Gli spaghetti ai frutti di mare o allo scoglio è un classico primo piatto estivo che si trova specialmente nei ristoranti delle località marinare, ma con i nostri consigli riuscirete a prepararlo bene anche a casa. È una specialità che racchiude tutti profumi del Mediterraneo. Gli spaghetti vengono risottati in padella per assorbire tutto il sapore del pesce: si possono utilizzare calamari, scampi, oltre alle cozze e le vongole. Esistono diverse varianti di questa ricetta. Da provare anche i bucatini!

Dopo aver preparato il sugo come descritto sopra, il più è fatto. Non vi resta che mettere a bollire l’acqua per la pasta, da salare a bollore, e lessare gli spaghetti al dente. Scolateli e metteteli nella padella con i frutti di mare, dove potete aggiungere gli scampi. Saltateli un minuto, versando al bisogno il liquido filtrato dei molluschi, mescolate bene per far amalgamare il tutto.

Spegnete il fuoco e servite gli spaghetti al sugo ai frutti di mare ben caldi su un piatto da portata. Potete spolverizzare sopra del prezzemolo tritato e guarnire con qualche guscio.

Condividi NIEDDITTAS

Privacy Preference Center

    Necessary

    Advertising

    Analytics

    Other

    Pin It on Pinterest