I paccheri ai frutti di mare sono un primo piatto sfizioso a base di pesce e pomodorini, sostanzioso e dal profumo irresistibile! Il formato di pasta di grano duro chiamata paccheri o schiaffoni si presta bene ad accogliere il condimento: un mix di frutti di mare, pomodorini, olio extravergine d’oliva e il prezzemolo.

Scopriamo la ricetta che conquisterà i vostri ospiti.

Consigli per preparare i paccheri ai frutti di mare

Per realizzare questo primo piatto nel migliore dei modi bisogna seguire qualche piccolo accorgimento. Innanzitutto, è importante la scelta della materia prima: i prodotti Nieddittas sapranno valorizzare al meglio i vostri piatti. Le cozze e le vongole provengono dalla nostra filiera di eccellenza nel Golfo di Oristano, in Sardegna. Una filiera controllata che rispetta il mare e il territorio e che vi garantisce un prodotto sempre sano e sicuro, controllato con attenzione in ogni fase della lavorazione, dal mare della Sardegna fino alla vostra tavola.

Per questa ricetta vi serviranno: cozze, vongole, calamari, gamberi. C’è chi utilizza anche i fasolari, gli scampi e le telline, scegliete i frutti di mare che più vi piacciono!

Ingredienti e procedimento

  • Paccheri 500 g
  • Olio extravergine d’oliva 50 g
  • Aglio 3 spicchi
  • Calamari 500 g
  • Cozze e vongole Nieddittas 1 kg di ognuno
  • Gamberi 300 g
  • Prezzemolo
  • Pomodorini ciliegino 100 g
  • Sale fino e pepe nero q.b.
  • Vino bianco 100 g

Iniziamo dai gamberi: eliminate la testa e la coda, togliete manualmente il carapace ed estraete il filamento nero dopo aver inciso il dorso.

Prendete le cozze e le vongole, pulite i gusci, staccate il bisso che fuoriesce dalle valve ed eliminate eventualmente quelle che hanno un guscio rotto. Strofinate sotto il getto d’acqua le vongole e controllate che non abbiano residui di sabbia, picchiettandole su un tagliare. In genere le vongole Nieddittas si contraddistinguono oltre che per la freschezza anche per la quasi totale assenza di sabbia.

Ora passate ai calamari: staccate la testa, eliminate la cartilagine interna e sciacquateli sotto acqua corrente. Rimuovete la pelle e le pinne, tagliate ad anelli e tenete da parte.

In una padella antiaderente fate rosolare 2 spicchi d’aglio con un filo d’olio, poi toglieteli e versate le cozze e le vongole. Aggiungete metà del vino bianco e regolate di sale e pepe.

Mettete il coperchio e cuocete a fiamma dolce per circa 5 minuti. Durante la cottura si apriranno e rilasceranno l’acqua che dovrete conservare. Quindi sgusciate metà delle valve e conservate l’altra metà intera per decorare il piatto.

Procedete con la cottura del calamaro. In una padella fate dorare uno spicchio d’aglio con l’olio e aggiungete gli anelli di calamari. Sfumate con il vino bianco rimasto e fate cuocere per 4 minuti mescolando.

Aggiungete i pomodorini tagliati a metà, salate e pepate, aggiungendo di tanto in tanto il liquido di cottura dei molluschi, precedentemente filtrato. Continuate a cuocere a fuoco basso con coperchio. Quando i calamari saranno teneri, unite anche i gamberi.

Nel frattempo, mettete a bollire l’acqua per la pasta, poi fate cuocere i paccheri per 15 minuti.

Aggiungete al condimento anche le cozze e le vongole e fate cuocere per altri 4 minuti.

Scolate la pasta al dente e aggiungetela nella padella col condimento per completare la cottura. Versate altro liquido di cottura e, infine, cospargete di prezzemolo tritato.

I vostri paccheri ai frutti di mare sono pronti!

Condividi NIEDDITTAS

Privacy Preference Center

    Necessary

    Advertising

    Analytics

    Other

    Pin It on Pinterest