sflixfree online movies sitesflixhivefree watch movies onlinezoroxwatch free movies onlinezoroxfree watch moviestheflixerfree movie websitewatch free animelookmoviefree movies streamingflixerwatch free animeflixhivewatch free movieszoroxfree online moviessflixtv shows onlinemovies free onlineflixhivewatch free animemyflixerwatch series onlinelookmoviefree movies onlineanitakuwatch tv showstheflixerlookmoviewatch tv shows onlinewatch anime onlinelookmoviefree movie onlinezoroxfree watch movies onlinelookmoviewatch movies free onlineflixerwatch animezorotowatch free movies online free

8 Marzo, Giornata Internazionale della Donna. Nieddittas punta sul talento femminile, tra i principali vettori di innovazione e sviluppo.

La presenza femminile nel settore ittico in Italia rasenta il 9%, rispetto a una media europea di quasi il 25%. Numerosi i progetti europei a sostegno delle donne nel mondo della pesca e dell’acquacoltura. Nieddittas con il 92,30% di donne impegnate nel management aziendale, punta sul talento femminile, tra i principali vettori di innovazione e sviluppo. Lo fa sostenendo la formazione delle donne con una borsa di studio sulla sostenibilità ambientale.

La borsa di studio – dal valore di 1.000,00 euro – è destinata a supportare e valorizzare future professioniste del settore. L’iniziativa è rivolta a una laureanda del Consorzio Uno di Oristano – corso di laurea in biotecnologie industriali e ambientali – con una tesi rivolta alla sostenibilità ambientale. La selezione delle vincitrici sarà condotta con gli organi universitari partner del progetto. Per maggiori dettagli su come candidarsi e sul processo di selezione è possibile richiedere informazioni via mail a info@nieddittas.it

Le donne che lavorano nell’acquacoltura italiana, assicurando valore a una filiera d’eccellenza per qualità della produzione, sostenibilità ambientale e sicurezza alimentare, sono poche. Secondo dati dell’Associazione Pescatori Italiani, la presenza femminile in Italia rasenta il 9%, rispetto a una media europea di quasi il 25%, ed è per lo più impiegata in lavori di ufficio, con una professionalizzazione medio-alta rispetto a oltre il 73% degli occupati maschi; questi ultimi, invece, hanno un livello di scolarizzazione al di sotto della media europea (fonte API).

La nuova generazione della pesca in termini di ricambio generazionale e inclusione femminile è un tema aperto a livello europeo in vista della programmazione 2021-2027. Secondo l’edizione 2019 del Report on Equality Between Women and Men in the EU della Commissione, durante il periodo di programmazione 2014/2020, gli Stati membri dell’UE hanno impegnato 19,5 milioni di euro per sostenere progetti che specificamente hanno le donne come beneficiarie.

Circa 1851 progetti dei FLAG (Fisheries Local Action Groups – FLAG, gruppi di azione locale sulla pesca) a livello europeo si sono concentrati sul sostegno alle donne nella pesca e nell’acquacoltura. Ossia più 5% rispetto al periodo di finanziamento 2007/2013. Inoltre i FLAG stanno ponendo sempre maggior enfasi sul ruolo delle donne nel settore. Secondo il report citato, nel periodo 2014-2020 il 27% dei FLAG annovera il sostegno alle donne tra le priorità, l’11% in più rispetto alla programmazione precedente. Il supporto per l’incremento del ruolo delle donne nei processi decisionali è cresciuto dal 10% del periodo 2007/2013 al 30% del periodo corrente. Il supporto per l’aumento delle competenze e la formazione è aumentato dal 25% a circa il 50%. Progressi importanti ma bisogna fare di più.

Nello scenario tracciato verso l’Europa 2030, caratterizzato dagli sforzi per la transizione digitale e la transizione ecologica, la pesca e l’acquacoltura giocano un ruolo rilevante e contribuiscono al raggiungimento di un’Unione climaticamente neutrale. Le donne nel mondo della pesca moderna e dell’acquacoltura possono contribuire al processo di democratizzazione dell’Unione Europea e di sviluppo occupazionale ecocompatibile. Tra i pilastri ideali del futuro europeo, infatti vi è tra gli altri la promozione di nuove competenze e in particolare la valorizzazione del lavoro femminile. Il Feamp nel 2020 ha supportato circa 150 programmi rivolti all’inclusione e all’occupazione femminile nei settori della pesca e dell’acquacoltura.

Caterina Murgia amministratore delegato di Nieddittas, commenta «La nostra azienda punta sul talento femminile. Lo riteniamo tra i principali vettori d’innovazione e sviluppo. Il management Nieddittas è costituito per il 92,30% da donne. Alcune occupano ruoli chiave. Tutte con competenze e sensibilità diverse ma accomunate dall’identica passione per il mare e il suo habitat. Impegnate per affermare e promuovere – con dedizione quotidiana – la leadership delle donne nella blue economy attraverso una cultura basata su rispetto e sostenibilità. Il mondo della pesca – in totale trasformazione messa in rilievo dal nuovo e consistente interesse verso gli ultimi bandi europei del Feamp – richiede un approccio innovativo e una visione femminile. E noi auspichiamo che siano in tante ad avere accesso alle importanti opportunità che l’Unione Europea sta mettendo a disposizione per sostenere il ruolo della donna per lo sviluppo sostenibile e la tutela del mare. La borsa di studio a favore dei talenti femminili persegue questa mission».

 

CONDIVIDI NIEDDITTAS

Pin It on Pinterest