fmoviesfmoviesfavmoviesfavmoviessoaptodaysoaptodayvumoovumoosoap2daysoap2daylookmovielookmovieupmoviesupmoviesanitakuanitakuhimovieshimoviessflixsflixBallerina (2023), favmovies, Resident Evil: Death Island (2023), watch movies online, watch free movies,

Mari e oceani rappresentano il 71% della superficie terrestre. Sono un vero e proprio patrimonio da salvaguardare per garantire l’equilibrio naturale del pianeta e il futuro e la sopravvivenza degli esseri umani. Il mare e il suo ecosistema rappresentano infatti una risorsa fondamentale non solo per lo sviluppo economico ma anche per la stessa vita sulla Terra.

Il  nostro Mar Mediterraneo è un mare unico per la sua storia e posizione geografica, una vera risorsa economica, sociale ed ambientale da valorizzare e tutelare per il benessere dell’umanità intera.

La ricchezza dei suoi ecosistemi è caratterizzata da una varietà di ambienti marini e costieri e di specie animali e vegetali talmente eterogenea da essere difficilmente riscontrabile in altre aree. Se a ciò si aggiunge la presenza di testimonianze archeologiche, storiche e le innumerevoli peculiarità paesaggistiche, si comprende l’importanza e la necessità di tutelare tale ecosistema marino quale patrimonio dell’umanità.

Il benessere di questo ecosistema appare, purtroppo sempre più compromesso dall’azione dell’uomo e dall’eccessiva pressione delle sue attività, che portano ad una sempre maggiore degradazione delle risorse.

Ecco perché per tutelare il mar Mediterraneo, così come per proteggere l’ecosistema marino in generale, diventa fondamentale puntare ad un lavoro sostenibile che possa garantire il rispristino dell’equilibrio tra uomo e ambiente.

Il Mediterraneo in numeri.

Secondo le stime del WWF sulla biodiversità marina del Mediterraneo, questo mare di straordinaria bellezza racchiude oltre 17.000 specie e rappresenta dal 4 al 25% della diversità delle specie marine globali.

Dai report emerge come il Mare Nostrum, pur coprendo l’1% della superficie degli Oceani, rappresenti il 20% del Prodotto Marino Lordo Mondiale e dia sostentamento a 150 milioni di persone che vivono lungo le sue sponde. Tuttavia il rapporto del Wwf mostra anche un impoverimento di questo ecosistema marino a causa della pratica di iniziative non sostenibili e di un eccessivo sfruttamento delle sue risorse da parte dell’uomo.

La pressione sempre maggiore esercitata dall’uomo sul mare, l’aumento dell’inquinamento e lo sfruttamento di risorse soggette ad esaurimento può comprometterne la salute in modo irreversibile. Ecco perché è importante impegnarsi ogni giorno per la sua salvaguardia, in tutti i modi possibili.

Nieddittas e la tutela degli ecosistemi marini.

Per Nieddittas innovazione è anche un approccio di pensiero e di azione innovativo, che porti benefici a tutta la comunità nel rispetto per il mare e l’ambiente. Anche per questo, un nostro obiettivo primario è quello di minimizzare gli effetti di tutte le nostre attività sull’ecosistema marino, rispettandone la biodiversità e sposando la filosofia dello sviluppo durevole.

Questo concetto, introdotto già nel 1992 a Rio de Janeiro, nel quadro della Conferenza delle Nazioni Unite su ambiente e sviluppo, venne definito come “l’insieme delle attività umane che permettono alla generazione umana attuale e alle altre specie che vivono sulla Terra di soddisfare i propri bisogni senza mettere in pericolo la capacità della Terra di soddisfare i bisogni delle generazioni future, sia che si tratti di Uomini sia di altre specie che popolano la Terra”.

Lo sviluppo durevole si basa fondamentalmente su tre principi cardine:

  • l’uomo e le specie che popolano la Terra (e i mari) devono essere considerate un tutt’uno dal punto di vista dei diritti e dei bisogni
  • il futuro ha lo stesso valore del presente
  • esiste uno stretto rapporto tra protezione dell’ambiente e sviluppo economico

La strategia marina introdotta dalla Direttiva Europea 2008/56/CE, recepita anche dall’Italia, prevede azioni di risanamento che non possono prescindere dalla conoscenza approfondita dell’ambiente marino e da un rafforzamento del monitoraggio dei parametri di salute di questo ecosistema così delicato.

Sappiamo che dalla salute dell’ecosistema marino dipende quella dell’intero pianeta e del genere umano, per il quale la pesca rappresenta una delle principali fonti di sostentamento. Nieddittas si impegna ogni giorno per applicare i principi della pesca sostenibile, che riguardano in primo luogo la salvaguardia delle risorse.  Garantiamo che le nostre specie ittiche possano rimanere produttive, favoriamo la riduzione dell’impatto ambientale gestendo con la massima cura le nostre attività per fare in modo che altre specie e l’habitat all’interno dell’ecosistema rimangano sani.

Noi difendiamo il mare, perché noi siamo il mare.

CONDIVIDI NIEDDITTAS

Pin It on Pinterest